Museo Galileo
english
Museo Virtuale
Multimediale
Tribuna di Galileo
Video   Testo

 

Costruita per volere del Granduca Leopoldo II, la Tribuna di Galileo fu inaugurata in occasione del Terzo Congresso degli scienziati italiani svoltosi a Firenze nel settembre del 1841. Progettata dall'architetto Giuseppe Martelli all'interno del Museo di Fisica e Storia Naturale, presenta affreschi e bassorilievi che raffigurano gli strumenti, le scoperte scientifiche e i protagonisti degli avanzamenti delle scienze sperimentali. Al centro della Tribuna è collocata la statua di Galileo, alla destra della quale, in una nicchia, furono originariamente esposti il compasso di proporzione, una calamita armata e il dito medio della mano destra dello scienziato pisano; alla sinistra, due cannocchiali di Galileo e la lente obiettiva con la quale scoprì i satelliti di Giove. Dietro la statua si trovano ancora oggi i busti dei suoi discepoli: Benedetto Castelli, Bonaventura Cavalieri, Evangelista Torricelli e Vincenzo Viviani. In vetrine appositamente progettate erano sistemati gli strumenti rinascimentali e quelli usati dagli accademici del Cimento. Nelle sale attigue era allestito il Museo degli antichi strumenti.

Oggetti
Compasso di proporzione

Compasso di proporzione

Inv. 2430
Galileo Galilei, ca. 1606

Dito medio della mano destra di Galileo

Dito medio della mano destra di Galileo

Inv. 2432
Autore sconosciuto, teca e incisione: ca. 1737

Lente obiettiva di Galileo

Lente obiettiva di Galileo

Inv. 2429
Vittorio Crosten (cornice), lente: fine 1609 - inizio 1610 / cornice: 1677

Piano inclinato

Piano inclinato

Inv. 1041
Costruttore sconosciuto, Firenze, inizi sec. XIX