Museo Galileo
english
indietro
Museo Virtuale
Sezione di Sale interattive
 Tempo e spazio

La misura del tempo e l’osservazione dei fenomeni celesti sono alla base del calcolo della longitudine. Galileo tentò di risolvere il problema osservando il moto dei satelliti di Giove e applicando il pendolo all’orologio meccanico.

Lo scienziato pisano determinò il moto dei satelliti – illustrato in tempo reale dal Jupiterium costruito da Officine Panerai – mediante uno strumento di sua invenzione, detto "giovilabio", che un touch screen permette di utilizzare virtualmente.

Il funzionamento dell’orologio a pendolo è illustrato da una riproduzione ingrandita del misuratore di tempo concepito da Galileo e da un modello meccanico che mette a confronto il pendolo circolare galileiano col pendolo cicloidale.

I principi di funzionamento degli orologi meccanici sono illustrati da modelli di scappamento di grandi dimensioni, azionabili direttamente.

Oggetti
Jupiterium

Jupiterium

Officine Panerai, 2009

Giovilabio (touch screen)

Giovilabio (touch screen)

Museo Galileo - Laboratorio Multimediale, 2012

Orologio a pendolo

Orologio a pendolo

Centro di Studi e Restauro per la valorizzazione di orologi antichi e strumentaria storico-scientifica - ITIS Leonardo da Vinci, Firenze, 2009

Pendolo circolare e pendolo cicloidale

Pendolo circolare e pendolo cicloidale

Centro di Studi e Restauro per la valorizzazione di orologi antichi e strumentaria storico-scientifica - ITIS Leonardo da Vinci, Firenze, 2011

Scappamento a verga con "foliot"

Scappamento a verga con "foliot"

Centro di Studi e Restauro per la valorizzazione di orologi antichi e strumentaria storico-scientifica - ITIS Leonardo da Vinci, Firenze, 2011

Scappamento libero ad ancora

Scappamento libero ad ancora

Centro di Studi e Restauro per la valorizzazione di orologi antichi e strumentaria storico-scientifica - ITIS Leonardo da Vinci, Firenze, 2011

Scappamento a cilindro con volano

Scappamento a cilindro con volano

Centro di Studi e Restauro per la valorizzazione di orologi antichi e strumentaria storico-scientifica - ITIS Leonardo da Vinci, Firenze, 2011