Museo Galileo
english
indietro
Museo Virtuale
Sidereus Nuncius, Galileo Galilei (facsimile)
    • Collocazione:
      Sala VII
    • Autore:
      Galileo Galilei
    • Luogo:
      Padova
    • Data:
      originale 1610 / facsimile 2010
    • Inventario:
      Firenze, Biblioteca nazionale centrale, Post. 110
    • Sidereus Nuncius, Galileo Galilei (facsimile)

Il Sidereus Nuncius è l'opera nella quale Galileo annunciò la scoperta dei satelliti di Giove e propose, anche con l'aiuto di grafici ed illustrazioni, analisi di nuovi fenomeni celesti osservati con il cannocchiale a Padova, all'inizio del 1610. L'opera segna l'avvio di un processo che porterà, in pochi decenni, all'affermazione del sistema copernicano, nonostante l'opposizione delle autorità ecclesiastiche. La pubblicazione dell'opera e la dedica ai Medici dei satelliti di Giove (denominati "Stelle Medicee") aprirono la strada al ritorno in Toscana di Galileo, al quale Cosimo II conferì la carica di Matematico e Filosofo del Granduca. Pochi mesi dopo la pubblicazione dell'opera, lo scienziato pisano osservò Saturno tricorporeo, le macchie solari e le fasi di Venere, che portavano ulteriori evidenze contro il sistema aristotelico-tolemaico.